22 novembre 2016

Scuole chiuse in Mozambico


Nelle province di Sofala, Manica e Tete, dove la tensione politico militare è elevata, sono state chiuse 53 scuole a causa del conflitto che ha come protagonisti la Renamo e il Frelimo.
In queste provincie oltre 12mila alunni non potranno probabilmente sostenere gli esami di fine anno scolastico che iniziano nei prossimi giorni. Ad aggravare la situazione, un ciclone ha recentemente distrutto 4 edifici scolastici nella città di Chimoio, capoluogo della provincia di Manica.
Una delegazione di genitori, i cui figli hanno perso molti giorni di scuola a causa del conflitto in corso, si sono rivolti al ministero dell’Educazione affinché intervenga per risolvere la questione. “A nome di molti genitori i cui figli si trovano in questa situazione,  invochiamo la pace e siamo preoccupati per il futuro dei nostri figli”.

10 ottobre 2016

Spose bambine: allarme Unicef

Oggi nel mondo ci sono oltre 700 milioni di donne che si sono sposate in età minorile e che hanno dovuto rinunciare ad avere una crescita normale, fisica e mentale. Ogni anno 15 milioni di matrimoni hanno per protagonista una minorenne; una volta su tre si tratta di una bambina con meno di 15 anni. Hanno dovuto spesso affrontare gravidanze precoci e violenze domestiche”, ha sottolineato il presidente dell’Unicef Italia  in occasione della Giornata mondiale delle bambine e delle ragazze celebrata il giorno 11 ottobre.

09 ottobre 2016

Il convegno sulla "Cooperazione fra i popoli"


Si terrà a Genova il prossimo 21 ottobre il convegno “Cooperazione fra i popoli per un mondo in Comune”, promosso da ForumSaD con il Comune di Genova e ANCI Liguria.
La giornata si tiene in occasione del 71° anniversario della nascita delle Nazioni Unite e del World Information Day, istituito dall’ONU nel 1972 per sensibilizzare l’opinione pubblica ai problemi dello sviluppo e al potenziamento della cooperazione internazionale. 

Il focus del convegno, che è ospitato dalla Camera di Commercio di Genova, sarà la valorizzazione della cooperazione decentrata, che in passato ha giocato un ruolo importante nel panorama della cooperazione, a dispetto degli ultimi anni in cui invece ha subìto una pesante battuta d’arresto.

L’iniziativa intende rimettere al centro dell’attenzione la solidarietà esercitata dai Comuni, che si manifesta in maniera evidente soprattutto nei confronti dei migranti, nell’importante fase migratoria che stiamo vivendo. Sono i Comuni, infatti, che spesso si fanno carico di difficili situazioni di accoglienza.

L’incontro testimonia la volontà di rafforzamento della collaborazione tra ForumSaD e gli Enti Locali, nello specifico il Comune di Genova, sulle attività di cooperazione, dalla lotta alla povertà all’accoglienza dei migranti.

05 ottobre 2016

Mozambico e S.Egidio: una storia di pace

Sono passati 24 anni da quel 4 ottobre 1992, festa di San Francesco. Quel giorno, a Roma, veniva siglato l'accordo generale di pace che metteva fine alla guerra civile che aveva generato tanta sofferenza in Mozambico. Una pace nata in un piccolo convento del centro di Roma, dove una comunità cristiana, ancora molto giovane, si riuniva per pregare: Sant'Egidio. Nell'amore per i poveri, appreso dal Vangelo e dall'esempio di San Francesco, la Comunità di Sant'Egidio aveva imparato che la guerra è madre di tutte le povertà. E si era presa cura di quel povero paese martoriato dalla guerra.

03 ottobre 2016

Il dialogo possibile

Da nord a sud, il Programma Fuoriclasse contrasta la dispersione scolastica promuovendo l’inclusione, con un’attenzione particolare ai minori di origine straniera e alle loro famiglie. 
In occasione della giornata del dialogo interculturale, pubblichiamo la testimonianza della nostra educatrice Paola Emeriglio, che ha accompagnato alcuni studenti neo-arrivati nell’ apprendimento della lingua italiana. Dieci paia di occhi e alcuni sorrisi si sono incontrati per migliorare il loro italiano.

26 settembre 2016

In diminuzione il numero degli elefanti




Rappresentanti del governo e ambientalisti si incontreranno i primi di ottobre a Johannesburg per verificare i progressi ottenuti contro il bracconaggio. Il Mozambico potrebbe essere penalizzato per non rispettare le norme internazionali contro la caccia illegale e il commercio di specie a rischio di estinzione. Il convegno è organizzato dal CITES (Convenzione internazionale contro le specie minacciate di estinzione) di cui il Mozambico è membro ma potrebbe incorrere in penalizzazioni per non compiere azioni più incisive per combattere la caccia di frodo. 

13 settembre 2016

Ritorno a scuola


E' iniziato un nuovo anno scolastico. Molti alunni vivranno, oltre all’emozione del primo giorno di scuola, un cammino che dovrebbe garantire la possibilità di uno sviluppo e un mondo di conoscenze da scoprire. Bambini e genitori affolleranno cartolerie e centri commerciali per acquistare zainetti colorati, nuovi corredi di matite, penne e quaderni.

31 agosto 2016

Mozambico: l'accordo di pace rimane lontano



I colloqui di pace tra il governo del Mozambico e l'opposizione sono stati nuovamente sospesi il 27 agosto scorso, dopo che le due parti non sono riuscite a concordare un cessate il fuoco per porre fine ai confronti che hanno ucciso centinaia di persone e causato la fuga di migliaia di nuclei familiari in località più sicure. Ai colloqui hanno partecipato anche i mediatori internazionali tra cui Mario Raffaelli, presente anche alla firma dell' Accordo di pace di Roma del 1992 con il quale si poneva fine a 17 anni di guerra civile.

12 agosto 2016

I topi giganti contro le mine

In Mozambico, come in molti altri paesi in cui vi sono state delle guerre, migliaia di mine anti-uomo sono ancora disseminate sul terreno. Della loro ricerca se ne occupa un particolare tipo di ratto africano, il crycetomys gambianus che, con un olfatto pari a quello di un cane da tartufi, viene addestrato a riconoscere l’odore della polvere da sparo e del metallo di cui sono composte le mine. La guida a filo lungo la quale questi topi giganti vengono fatti camminare assicura un'accurata perlustrazione di tutta l'area da bonificare mentre la loro leggerezza impedisce alle mine di esplodere. 

07 agosto 2016

Il "Comboio de Sal e Açucar"

Non fa molta notizia quello che accade in Mozambico. Come, del resto, in buona parte dell’Africa. Quando sono in gioco interessi geo-politici come per esempio in Egitto, Libia e Nigeria dove si scontrano gli “affari” di Stati Uniti, Cina, Francia, Regno Unito e Italia, allora l’attenzione dei media viene catturata.
Per il Mozambico invece basta e avanza qualche trafiletto di fondo pagina; eppure, solo per restare a un paio di mesi fa, il leader del opposizione mozambicana Afonso Dhlakama, annunciava che entro il 2017 il suo partito, la Renamo (Resistenza Nazionale del Mozambico), avrebbe assunto il controllo delle province nel centro-nord del Paese: quelle conquistate nelle elezioni del 2014, vittoria contestata dal Frelimo al potere dal termine della guerra civile nel 1992.